martedì 10 marzo 2009

e vie no...

O soi simpri plui sconcertade a sintî in ce condizions che o sin oramai cu la universitât (no dome dal Friûl, ma jo o vîf in particolâr cheste realtât).
Martars in biblioteche di storie in Palaç Antonini o vin fate une riunion tra students, cu la presince ancje di rapresentants dal ateneu, su la riduzion dai oraris des bibliotechis, a seguit oviamentri dai tais proviodûts (ancje) pe istruzion. Al à fevelât par prin il delegât dal Retôr, il prof. Ludovico Rebaudo, spiegantnus la reâl situazion economiche de universitât. Cualchi dât tant par capîsi: cumò come cumò la universitât di Udin e jê in deficit di 8 milions di euros (!), che a deventaràn 11 milions entri il prossim an. Oramai o savìn che il nestri ateneu al è sotfinanziât dal 1992, creant duncje cheste situazion di emergjence.

Lis primis risorsis a jessi duncje tajadis a son stadis propit lis bibliotechis (pont fondamentâl di studi e ricercje par un student...) sedi in oraris che in materiâl; ven a stâi: cun il 16 di Fevrâr i oraris si son ridots a 40 oris setemanâls (un student lavoradôr cuant podial lâ a reperî i libris se dopo des 17 al ciate sierât?), cun di plui no podaràn jessi comprâts plui che tancj libris e ancje rivistis (inzornaments, ultimis ricercjiis...il mont de culture al è in continue evoluzion!). Insome, une situazion no dome di discomut, ma ancje di involuzion culturâl; par une universitât nassude a pene 30 agns indaûr, za jessi in chestis condizions...


Tra i varis intervents, sedi dai students che dai rapresentants (a jerin presints ancje il preside de facoltât di Letaris prof. Tabarroni e il diretôr de biblioteche di Storie prof. Zannini) e je vignude fûr cualchi propueste; la plui votade e je stade chê di meti in pîts un grup di students volontariis che si metaràn a disposizion par cuvierzi lis oriis di sieradure, ufrìnt distess il servizi di consultazion libris. Pe serie: dopo 1200 euros di tassis ad an...ma o ai di dî che la adesion e je stade alte, duncje sperìn che "par cumò" la situazion di emergjence si podedi risolvi in cheste maniere, in spiete di cualchi soluzion plui continuative.

4 commenti:

bilite ha detto...

al displàs lei la tò letare, dulà ca si lei che no son bès nançie par podè tegnì vierte là biblioteche, ma bisugne ancje dì, leint i giornai di chei dìs achì, in particolar Epolis Friuli, che esist une "alegre" gestion dai bès i tal setor immobiliari par chel cal riguarde l'Universitat....... :-(((

Spirito di Donna ha detto...

io non so scrivere in friulano quindi ti rispondo in italiano. :D Si, la nostra università ha giusto qualche "piccolo problemino"....
Paghiamo un boato di tasse, ogni santo anno aumentano eppure... i servizi? Mah...

ninine ha detto...

Va ben distess ancje par talian! =)
I servizis a son in calo ogni dì di plui... e o paìn ogni àn di plui! =/

Spirito di Donna ha detto...

A je vere.... :-(